Header

UZH-Logo

Maintenance Infos

La funzione metapoetica ed epistemologica dei sogni nel "Purgatorio" di Dante


Klinkert, Thomas (2021). La funzione metapoetica ed epistemologica dei sogni nel "Purgatorio" di Dante. Le Forme e la Storia, 14(1):169-187.

Abstract

Il saggio La funzione metapoetica ed epistemologica dei sogni nel Purgatorio di Dante analizza un notevole elemento di autoriflessione del testo dantesco. Un’importante funzione dei tre sogni a livello diegetico è quella di segnare tappe importanti dell’ascesa di Dante sul monte Purgatorio. Al centro dell’interpretazione qui proposta ci sono le discrepanze e le ambivalenze che si manifestano nel testo rispetto al significato dei sogni. Nel primo sogno, ad esempio, in cui Dante è portato in alto da un’aquila, il contrasto tra l’illusione e la verità è particolarmente accentuato. L’analogia tra Dante e Ganimede rivendicata dal testo si rivela fragile. Anche il rapporto tra il contenuto del sogno manifesto e l’evento reale al quale si riferisce (in verità, Dante non viene sollevato da un’aquila durante il sonno, ma da Lucia) si rivela ambiguo e contraddittorio. Nel complesso, i sogni appaiono come inserzioni allegoriche in cui il testo illumina e mette in discussione il proprio status di asserzione veritiera. Attraverso la funzionalizzazione polivalente di questi sogni, Dante analizza i meccanismi semiotici del proprio testo.

Abstract

Il saggio La funzione metapoetica ed epistemologica dei sogni nel Purgatorio di Dante analizza un notevole elemento di autoriflessione del testo dantesco. Un’importante funzione dei tre sogni a livello diegetico è quella di segnare tappe importanti dell’ascesa di Dante sul monte Purgatorio. Al centro dell’interpretazione qui proposta ci sono le discrepanze e le ambivalenze che si manifestano nel testo rispetto al significato dei sogni. Nel primo sogno, ad esempio, in cui Dante è portato in alto da un’aquila, il contrasto tra l’illusione e la verità è particolarmente accentuato. L’analogia tra Dante e Ganimede rivendicata dal testo si rivela fragile. Anche il rapporto tra il contenuto del sogno manifesto e l’evento reale al quale si riferisce (in verità, Dante non viene sollevato da un’aquila durante il sonno, ma da Lucia) si rivela ambiguo e contraddittorio. Nel complesso, i sogni appaiono come inserzioni allegoriche in cui il testo illumina e mette in discussione il proprio status di asserzione veritiera. Attraverso la funzionalizzazione polivalente di questi sogni, Dante analizza i meccanismi semiotici del proprio testo.

Statistics

Downloads

1 download since deposited on 14 Jan 2022
1 download since 12 months
Detailed statistics

Additional indexing

Item Type:Journal Article, not_refereed, original work
Communities & Collections:06 Faculty of Arts > Institute of Romance Studies
Dewey Decimal Classification:800 Literature, rhetoric & criticism
470 Latin & Italic languages
410 Linguistics
440 French & related languages
460 Spanish & Portuguese languages
450 Italian, Romanian & related languages
Language:Italian
Date:2021
Deposited On:14 Jan 2022 09:49
Last Modified:14 Jan 2022 09:49
Publisher:Rubbettino Editore
ISSN:1121-2276
OA Status:Closed
Related URLs:https://www.italinemo.it/fascicolo/le-forme-e-la-storia-2021-n-1/

Download

Closed Access: Download allowed only for UZH members

Content: Published Version
Language: Italian
Filetype: PDF - Registered users only
Size: 9MB